“Che bello tornare ad Haiti!” Maria Grazia, chirurgo italiano volontario, ci aggiorna sul progetto di chirurgia pediatrica

Maria Grazia, chirurgo pediatrico di Pescara e presidente della Ada Manes Foundation for Children Onlus, è stata la prima volontaria italiana che a Marzo ha avviato il progetto di formazione di chirurghi haitiani all’Ospedale St Damien in Haiti.
A distanza di qualche mese è tornata sull’isola per poter verificare come si sta sviluppando il progetto, ecco il suo racconto:
IMG-20160709-WA0005 (450 x 600)IMG-20160709-WA0002 (450 x 600)
Bello tornare ad Haiti e sentirsi tra amici. Bello tirarsi su le maniche e rincominciare a lavorare. Dove eravamo rimasti?
Rispetto alla fine di marzo quando sono andata via, il numero dei bambini portati nell’ambulatorio dell’Ospedale St. Damien per poter essere visitati è letteralmente triplicato. Questo riempie di gioia perché vuol dire che gli haitiani credono nel progetto di Chirurgia Pediatrica e stanno imparando che possono affidare i loro bambini alle cure gratuite del Dr Louisma e dei due giovani chirurghi pediatri selezionati per il progetto “Attivazione della Chirurgia Pediatrica” della Fondazione Francesca Rava.
Attualmente uno solo di loro è qui perché  il Dr Steve Pierre è in Italia per seguire un mese di formazione all’Ospedale Buzzi di Milano, dove la Dott.ssa Sandra Ceriné gli darà il cambio al suo rientro. E’ importante, infatti, che non solo apprendano le specifiche tecniche di chirurgia pediatrica ma che confrontino la loro organizzazione del lavoro con la nostra per poter apportare eventuali correzioni.
In sala operatoria c’è un bel clima cooperativo e si lavora in armonia.
 Maria Grazia, chirurgo in Haiti.JPG
I bambini haitiani sono veramente speciali: educati, socievoli e rispettosi nei loro coloratissimi poveri vestitini. Nemmeno piangono in attesa di essere operati!  
La Sala d’Emergenza, l’equivalente del nostro Pronto Soccorso, è un po’ angosciante per la quantità di bambini che arrivano, per lo più in condizioni gravi, spesso malnutriti, con patologie diagnosticate sempre tardi perché prima del medico, spesso, per le famiglie c’è il consulto con qualche stregone.IMG-20160709-WA0004 (600 x 450)
Medici e infermieri sono instancabili, abili e concentratissimi nel loro stressante lavoro, cui spesso partecipiamo perché chiamati a consulenza. Sembra proprio che i medici non bastino mai!
Quando la giornata finisce, a Villa Francesca, l’hotel solidale che in questi giorni ospita anche un gruppo di volontari italiani per un campus di volontariato , l’atmosfera rilassata permette di cancellare le fatiche del lavoro perché è piacevole scambiare quattro chiacchiere con persone che vengono da tutto il mondo, con l’unico comune obiettivo di far risorgere quest’isola bellissima e così sfortunata.
E l’indomani tutti pronti per l’appuntamento a messa alle 7 con Padre Rick o con Padre Enzo che sembrano darti con la loro spiritualità la carica per l’intera giornata.
Oggi a messa abbiamo salutato Stephany e Jhonatan che  non ci sono più. Ogni mattina salutiamo almeno 3 o 4 bambini e confidiamo di non doverlo fare il giorno dopo. Sarebbe il premio più grande per il nostro lavoro al fianco dei nostri amici haitiani.
Maria Grazia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...