“Il sole non tramonta mai, cambia solo orizzonte”: da Haiti il pensiero di Pasqua di Padre Rick

Cari Amici,

sono appena sceso dal tetto dell’ospedale pediatrico St Damien. Stavo lassù con piccolo coniglio morente tra le mani e la mia Bibbia. Il coniglietto, abbandonato dalla mamma, era molto disidratato e grazie ad un volontario ho seguito una veloce lezione su come salvarlo da uno shock. Ho provato di tutto, ma invano. Così sono salito con lui sul tetto in attesa della sua prossima fine (n.d.r., il coniglio nella tradizione americana è uno dei simboli della Pasqua).

Molto tempo fa avevo letto in una rivista dedicata alla natura, di una persona che facendo snorkeling era stata sorpresa da un incontro ravvicinato con un delfino. Un incrocio di sguardi e l’autore sentì che l’occhio infinito di Dio lo stava guardando attraverso questa meravigliosa creatura.

Qualcosa di simile mi è successo con il coniglietto. Durante il mio tentativo di salvataggio, i nostri sguardi si sono incrociati e ho sentito che tutto il creato mi stava guardando attraverso gli occhi del coniglietto morente. Non mi sembrava giusto lasciarlo morire solo; più naturale tenerlo con me fino alla fine, mentre leggevo la Bibbia e guardavo il sole tramontare. Il simbolo della primavera, morente, tra le mani di un prete che invecchia.

Dai piani di sotto ho sentito lo straziante lamento di una mamma. La veglia sulla figlia morente era appena terminata.

Il tramonto, gli ultimi respiri della piccola creatura nella mia mano e la terribile perdita subita da questa madre sono accaduti  allo stesso tempo. Sono sceso per dare alla madre il conforto inutile delle mie parole e per chiudere gli occhi di sua figlia.

Cr Giles Ashford 6

Padre Rick Frechette _  Ph. Giles Ashford

Se l’Avvento e il Natale hanno una tendenza naturale a portarci verso la gioia, la Quaresima e la Settimana Santa portano il nostro sguardo verso il dolore. Durante tutte le liturgie della Quaresima, non possiamo non domandarci se la Resurrezione sia possibile e cosa potrebbe realmente significare.
La Resurrezione di Cristo è stata rappresentata come il levar del sole. Per secoli le Chiese cattoliche furono costruite con l’altare volto ad est. Eppure la gioia pasquale non fa miracoli, cambiando e sanando la vita in un istante, in modo da non avere più bisogno di questo ospedale, della nostra casa per bambini orfani o in disperato bisogno, del nostro centro di riabilitazione per aiutare i bambini disabili a superare incredibili svantaggi fisici e mentali.
L’immagine della Resurrezione è l’immagine del sole che si sforza di spuntare: il sole che manda raggi sparsi attraverso le pesanti nuvole di una mattinata di temporale, o che illumina il pallido cielo invernale che minaccia neve, il sole che cerca di spuntare rappresenta un mondo che si sforza di risollevarsi.

È facile vedere la luce nei bambini che arrivano nelle nostre Case NPH dopo rovine e disagi, che mostrano tanta forza quando si sforzano di resistere. È facile vederla nei bambini assistiti nei centri di riabilitazione dal nostro staff, che condivide con loro apprensioni e incoraggiamento, pazienza e speranza: i primi passi dopo che le gambe sono state colpite dalla malattia o da una tragedia.

È facile vedere la luce del sole che filtra, nei bambini del nostro ospedale che lottano per respirare, per vivere, nelle mamme che lottano al loro fianco in questa battaglia. La vita che, nonostante tutto, si sforza pienamente e sempre. Questo è un grande motivo di gioia.
Anche quando ci sentiamo tristi,  vuoti e inutili, siamo proprio come il sole che cerca di brillare se viviamo il significato più profondo della fede: siamo pienamente vivi quando diamo noi stessi perché altri possano vivere.
Il sole, in realtà, non tramonta mai. Cambia solo orizzonte.106

Ringraziamo insieme Dio per la luce della fede, il potere della speranza, la gioia dell’amore.

Cerchiamo di essere capaci di vedere, ciascuno negli occhi degli altri e di tutte le creature, almeno una volta, lo splendore dell’eternità. “

Padre Rick, medico, direttore da 28 anni di NPH in Haiti.

AIUTACI!

Con 10 € doni un mese di ossigeno ad un bambino assistito nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Saint Damien.

Con 15 € doni una visita medica neonatale.

Con 450 € doni un intervento chirurgico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...