12 gennaio 2015: da Haiti le foto delle commemorazioni per il 5° anniversario del terremoto.

Si sono svolte il 12 gennaio le celebrazioni per commemorare il 5° anniversario del terremoto di Haiti che nel 2010 distrusse l’isola con 230.000 morti, 300.000 feriti, 1 milione di sfollati.

La Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus con Padre Rick Frechette, medico in prima linea da 28 anni direttore di NPH Haiti, ne ricorda le vittime; dà un messaggio di speranza continuando a portare ogni giorno a migliaia di bambini assistenza sanitaria, istruzione, accoglienza; lancia un appello in aiuto ai bambini che necessitano ancora oggi enormemente di cure mediche, un tetto, cibo e la possibilità di frequentare la scuola.

Ecco le foto delle celebrazioni e il messaggio di Padre Rick:

11 gennaio

Cari Amici, l’11 gennaio, vigilia dell’anniversario del terremoto, abbiamo celebrato una messa speciale a lume di candela nella cappella che sorge accanto l’Ospedale St. Damien.

E’ stato un inizio tranquillo e solenne alle nostre commemorazioni e alla “guarigione della memoria.”

Gli obiettivi della nostra celebrazione erano di pregare per il pacifico riposo di coloro che erano morti, ringraziare Dio per tutto l’aiuto ricevuto dai superstiti haitiani e da tutte le persone di buona volontà del mondo, e pregare per un futuro migliore per Haiti e per il mondo.

IMG_1408

Abbiamo pregato per un tranquillo riposo di chi ci ha lasciato e per tutto l’aiuto che Dio ha dato agli haitiani e alle persone di buona volontà di tutto il mondo che negli anni ci hanno sostenuto, oltre che per un futuro migliore per Haiti e per il mondo.

Per rappresentare il primo verso dei Corinzi, 15:52 della Bibbia. “in un momento, in un batter d’occhio, al suon dell’ultima tromba. Perché la tromba suonerà, e i morti risusciteranno incorruttibili, e noi saremo mutati” ho chiesto ad una pittrice amica di NPH di realizzare dei dipinti che ci aiutassero a commemmorare al meglio l’anniversario.

Ne abbiamo cinque copie: una è appesa all’Ospedale di St. Damien, una nella Casa Orfanotrofio St Helene a Kenscoff, una a FWAL, una nell’Ospedale St Luke e una nell’Ospedale St Mary.

Una sesta stampa è stata portata a Titanyen, la collina delle sepolture, durante la messa del giorno successivo.

12 gennaio

Il giono successivo, il 12, giorno dell’anniversario, giornata di lutto nazionale in Haiti, nella piccola cappella di fianco al St. Damien abbiamo celebrato più messe: una per la pace eterna dei morti, una per il recupero e per il benessere dei viventi e una preghiera speciale è stata fatta invece al mattino con i bambini della Casa FWAL, con il personale e i tanti volontari.

DSC_5538

I bambini di FWAL, “gli Angeli della luce”, vittime del terremoto anche loro perchè hanno perso i genitori, hanno poi posato dei fiori sulle tombe, attorno alla cappella;  è stato poi il momento delle testimonianze e preghiere offerte da tutti i volontari.DSC_5564

A Petionville, a mezzogiorno, davanti al memoriale, abbiamo ricordato Ryan Kloos e Molly Hightower e abbiamo messo 25 composizioni floreali in loro memoria e rispetto. Abbiamo letto tre salmi per le anime dei defunti e poi condiviso delle preghiere, delle storie e pregato per le famiglie di coloro che hanno perso qualcuno.IMG_0677

Alle 16:43, ora della prima scossa di quel terribile giorno, nell’Ospedale St. Damien la campana è suonata per 40 secondi con 100 rintocchi.

A Titanyin, alle 16:43, abbiamo celebrato una messa per tutti i morti, la maggior seppelliti proprio nelle fosse comuni che sorgono lì e pregato per l’aiuto di Dio. Alla messa hanno preso parte anche due bande musicali che ci aiutano ogni giovedì con le sepolture, oltre a circa 150 volontari.

foto 5

IMG_1436DSC_5717unnamed (1)

Durante la messa, tanti fiori recisi sono stati posati lungo tutto il terreno che è stato anche benedetto con preghiere e incenso. A conclusione della messa abbiamo rilasciato in cielo delle lanterne illuminate. Il dipinto è stato invece posto come sfondo dietro l’altare. DSC_5872

DSC_5842DSC_5693DSC_5700DSC_5812DSC_5787DSC_5746La sera ci siamo poi rispostati nelle cappella di fianco al St. Damien, dove abbiamo celebrato l’adorazione eucaristica e ricordato Padre Wasson, il suo carisma, la missione di NPH e l’eredità che ha lasciato anche in Haiti. 

Grazie ai tanti volontari che hanno partecipato alle celebrazioni, sia fisicamente che nelle preghiere e con un ricordo!

Il nostro lavora continua. Dopo questa giornata di doverosa preghiera le nostre energie sono rivolte a ricostruire Haiti e la speranza e il futuro di tanti bambini.”

Fr. Rick Frechette

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...