“I miei primi due mesi ad Haiti”: Sabina, l’ostetrica pavese che sta affiancando lo staff haitiano dell’Ospedale Saint Damien, racconta la sua nuova vita sull’Isola.

Sono ormai passati due mesi da quando Sabina, la giovane ostetrica di Pavia neolaureata presso l’Università di Milano, è giunta in Haiti per proseguire il lavoro di affiancamento allo staff ostetrico del reparto di maternità dell’Ospedale pediatrico Saint Damien, iniziato nel gennaio scorso da Anna e Irene.

Sono trascorsi due mesi dal giorno in cui sono arrivata nel mondo haitiano, un mondo pieno di contraddizioni, segnato da una netta divisione tra chi può osare e vivere dignitosamente e chi, invece, ogni giorno, lotta per la sopravvivenza, affidandosi alla passione e all’amore per la vita.

Ho conosciuto persone fantastiche a cui mi sono davvero affezionata…il loro sorriso ogni mattina, i lori abbracci e i loro sguardi mi danno la carica per affrontare la giornata:

Fenel e Julner che preparano la colazione ogni mattina con caffè, pane, burro di arachidi, marmellata, mango e banane; Maude e Pologne che ogni giorno, al caldo, lavano panni e lenzuola; Wilson, il guardiano notturno con cui faccio grandi cene a base di pasta; Ash, il fratello maggiore che mi guarda le spalle; Max e Clody, i miei autisti preferiti!

Fanno tutti parte della mia grande famiglia qui ad Haiti, mi accompagnano e mi sostengono in ogni singolo momento di questa fantastica esperienza!

DSC_0776

FxCam_1373671082061

FxCam_1373743347612

Dal mese di luglio sino ai primi giorni di agosto sono stata circondata da persone meravigliose, tutti volontari italiani, venuti qui grazie al progetto Diamoci una mano, prendiamoci per mano“, i campus di volontariato promossi dalla Fondazione Francesca Rava, per condividere insieme agli haitiani il lavoro, lo sport e la vita quotidiana con sorriso e tanta voglia di fare.

Ho avuto anche il piacere di conoscere Mariney, una ragazza messicana dalle mille risorse, che ha lavorato a stretto contatto con tutti i responsabili dell’organizzazione e della gestione dell’orfanotrofio Fwal, Father Wasson Angels of Lights, a Port au Prince. Ha portato qui il senso della collaborazione che tutti hanno accolto e che, oggi, permette loro di continuare l’ottimo lavoro che svolgono insieme a questi meravigliosi bambini!

La seconda settimana di luglio è arrivato Fausto, il dentista italiano partito come volontario della Fondazione Francesca Rava e che ha collaborato per due settimane insieme allo staff della clinica dentale dell’ospedale St. Damien.

Ho conosciuto inoltre Chiara, Federica e Susanna, tre ragazze fantastiche con un ottimo spirito di iniziativa che, grazie al campus di volontariato hanno portato il teatro e il divertimento a Fwal! Il 16 agosto ci sarà un grande spettacolo… tutti noi saremo lì a divertirci e a sorridere con i bambini che, insieme a loro tre, hanno fatto un grande lavoro! OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E, infine, ma non per ultimi, ho conosciuto tutti i ragazzi del CSI, arrivati ad Haiti a fine luglio con grande voglia di trasmettere il gioco e praticare sport con i bambini che vivono negli orfanotrofi di Port au Prince. Hanno fatto un grande lavoro, tante attività ogni giorno, sotto il sole che scotta!

Il 4 agosto presso il campo di Don Bosco, ho partecipato al torneo di calcio che il CSI ha organizzato tra i ragazzi di Fwal e quelli di Kenskoff! Vederli felici, correre e battersi per la propria squadra, divertirsi e sorridere soddisfatti mentre alzano la coppa della vittoria, sono immagini che rimarranno fisse nei miei ricordi e che segnano un’altra tappa della mia permanenza qui ad Haiti.

Il gioco è uguale in tutto il mondo!

Lavorando tutti i giorni in affiancamento con lo staff dell’ospedale haitiano, Sabina ha avuto modo di conoscere tante famiglie del posto. Di seguito l’emozionante storia della piccola Shabina, la bimba nata il 13 agosto scorso all’ospedale Saint Damien e la cui mamma per ringraziare l’ostetrica italiana del costante supporto ricevuto durante la gravidanza, ha voluto dare il suo nome:

Questa è la storia di Sonia e Fenel, un uomo e una donna che vivono per l’amore della famiglia; Fenel lavora ogni giorno con impegno e volontà presso l’Hotel di Francisville a Port au Prince; Sonia è la sua compagna di vita, nonché madre di due splendidi bambini che, dopo aver scoperto di essere incinta, è stata seguita durante la gravidanza presso l’ospedale St. Damien (dove ha anche conosciuto Anna e Irene, le due ostetriche italiane che hanno collaborato con lo staff della maternità sino ai primi di Luglio insieme al Dott. Vladimir Lemaire).

Durante il mio percorso ad Haiti ho avuto modo di mettermi in contatto telefonico con Sonia e, con l’aiuto di Fenel, sono riuscita a seguire l’andamento e l’evoluzione dell’ultimo mese di gravidanza della donna, al termine del quale abbiamo espresso il desiderio comune di poter condividere il momento della nascita della loro bambina.

Tra me, Sonia e Fenel è nato un bellissimo rapporto telefonico, fino a quando la mattina del 13 agosto Julner è venuto da avvisarmi dell’imminente travaglio della moglie.

Giunta in ospedale ho accompagnato Sonia in sala parto e sono rimasta lì con lei per sostenerla e guidarla durante la sua esperienza del travaglio e del parto, sino a quando alle 8:27 è nata una bella bambina con tanti capelli castano scuri e due occhioni neri pronti ad osservare il mondo!

Curiosa ho chiesto a Sonia come avrebbe chiamato sua figlia e la sorpresa nel sentirle dire, con gli occhi pieni di gioia ed emozione, il mio nome è stata tanta. Non so descrivere l’emozione che si prova a ricevere un regalo così grande! Assistere una donna durante il travaglio e il parto, vivere l’emozione della nascita e guardare negli occhi la madre che ha dato alla luce questa meravigliosa creatura…è un evento eccezionale che va oltre ogni immaginazione! Essere qui, ad Haiti, mi permette di vivere tutto ciò, semplicemente facendo l’ostetrica!

A settembre ci sarà il battesimo della piccola Shabina e Fenel, questa mattina, a colazione, mi ha nominato sua madrina!

Grazie Sonia per avermi regalato l’emozione più grande della mia vita! Dal 13 agosto c’è una piccola haitiana che porterà per sempre il mio nome!

Benvenuta Shabina!20130813_090625

20130813_090910

FxCam_1376438763776

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...