90 personal computer HP dotati di software Microsoft Office in partenza per Haiti per sostenere il processo di alfabetizzazione informatica dei bambini delle Scuole NPH di Tabarre

«L’innovazione e la promozione di una società progressiva, moderna e aperta attraverso l’uso diffuso delle nuove tecnologie sono componenti fondamentali della missione di Microsoft, che si pone da sempre come obiettivo la realizzazione del potenziale delle persone e delle organizzazioni. In un momento economico delicato come quello attuale, Microsoft ritiene prioritario offrire la propria tecnologia ed il proprio know-how a beneficio di tutte le 370mila organizzazioni non profit che si affiancano alle Istituzioni e che potrebbero offrire un contributo ancor più grande al benessere del Paese ricorrendo alla tecnologia». Con queste parole Roberta Cocco, direttore responsabilità sociale e national development di Microsoft Italia, ha presentato l’impegno dell’azienda a favore del terzo settore nel nostro Paese. Un sostegno che si concretizzerà in una donazione di 6,5 milioni di dollari in software a disposizione delle onlus italiane, il doppio di quanto stanziato nel 2011″.

La Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus è tra le 4 realtà non profit che Microsoft ha scelto di appoggiare, in virtù della sua grande capacità di intervento in Haiti realizzato grazie ad un intenso lavoro dall’Italia.
Nell’ambito del lavoro di Padre Rick, da 25 anni in Haiti, per dare accoglienza, istruzione, restituire dignità a migliaia di bambini, la Fondazione in collaborazione con Microsoft Italia e HP, ha studiato un’iniziativa incentrata sulla tecnologia, che rispecchia il core business delle aziende coinvolte, consentiranno ai bambini di Haiti di poter sviluppare la capacità di usare il computer, fare formazione a distanza e di connettersi con il mondo. Nel mese di marzo giungeranno ad Haiti 90 personal computer HP dotati di software Microsoft Office e saranno avviati corsi online di alfabetizzazione informatica in lingua francese, in diverse strutture NPH localizzate a Tabarre e dintorni: due scuole primarie di 800 e 420 studenti, la scuola FWAL – Father Wasson Angels of Light a Tabarre e la scuola St Joseph, appena inaugurate, nella nuova scuola professionale, presso la scuola per bambini sordi e ciechi, e presso il J. Jospeh Internet learning Centre. Il progetto raggiungerà direttamente oltre 5.000 persone fra studenti, insegnanti e membri della comunità e avvierà circoli virtuosi di apprendimento. Nello specifico, grazie al supporto di Microsoft Italia e HP, sarà possibile offrire:
–    Strumenti hardware, software e training per imparare l’utilizzo del computer. Le conoscenze informatiche acquisite diverranno anche un supporto utile all’apprendimento delle lingue, all’ottenimento di un diploma in loco o alla frequentazione di corsi universitari online. Gli studenti delle elementari avranno la possibilità di frequentare corsi di informatica, che diventerà materia di studio a partire dal primo anno, per imparare in particolare a usare Word, PowerPoint e Paint.
–    Accesso ad Internet per incoraggiare la crescita culturale e l’utilizzo di strumenti di comunicazione con le famiglie e gli amici all’estero, l’accesso a programmi gratuiti scaricabili in rete (es programmi musicali).
–    Accesso alla tecnologia per i ragazzi diversamente abili che avranno a disposizione strumenti adeguati come tastiere e stampanti Braille.

La collaborazione con Microsoft e HP è un riuscito esempio di volontariato d’impresa, che unisce all’impegno aziendale quello del tempo e della professionalità dei singoli”  ha dichiarato Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus