6.000 pazienti assistiti al nuovo Family Hospital Saint Luc creato da Padre Rick dopo il terremoto.

Il St. Luc Family Hospital, sorto a tempo di record a pochi metri dall’Ospedale pediatrico N.P.H. Saint Damien con l’uso di container e grazie all’inventiva di Padre Rick e dei suoi ragazzi, è operativo da Maggio 2010 e ha accolto in sei mesi oltre 6000 pazienti, molti dei quali affetti da traumi.


 

 

 

Sorto dopo l’emergenza terremoto per la necessità di soccorrere intere famiglie, bambini e adulti, dopo il crollo di tante strutture sanitarie esistenti, offre 65 posti letto e 7 letti per la terapia intensiva. Il suo ambulatorio di day hospital è in grado di accogliere 100 pazienti al giorno. Il suo reparto diagnostico è comprensivo di 3D scan, ecografo, raggi X, laboratorio esami e c’è anche una farmacia. Lo staff è composto da medici e infermieri haitiani e da volontari internazionali.

 

 

Padre Rick e il suo staff sta lavorando perché l’estate possa avere i seguenti nuovi reparti:

1) il reparto per la cura dell’HIV/Tubercolosi,
2) traumatologia /oncologia
3) medicina generale, che accoglierà 450 pazienti
4) banca del sangue
5) due sale operatorie una per ostetricia generale e l’altra per ortopedia, resesi necessarie per l’aiuto ai pazienti contagiati dal colera, sofferenti anche per altre patologie o donne incinte che necessitino di cesarei, che al momento non possono essere ricoverati all’Ospedale N.P.H. Saint Damien per evitare il rischio di contagi.