Una nuova casa per i bambini orfani a Tabarre. Partiti i lavori per il Foyer St Louis

Per fare fronte alla enorme quantità di orfani del terremoto, sono in ristrutturazione alcuni locali dell’attuale orfanotrofio N.P.H. di Kenscoff per accogliere 60 nuovi bambini. Nel frattempo sono partiti anche importanti progetti per portare immediata assistenza e preparare l’accoglienza per centinaia di bambini. 

La Babies House St Anne

I lavori di preparazione della Babies House prima dell’arrivo dei bambini

In attesa della costruzione del nuovo orfanotrofio, accanto all’ospedale N.P.H. Saint Damien a Tabarre è stata affittata una casa, che ospita attualmente 30 bambini rimasti soli o in disperato bisogno di un luogo sicuro e protetto in cui vivere. Vanno dagli 0 ai 6 anni, entro breve arriveranno a 40, e provengono dalle tendopoli della città, dove N.P.H. con il programma Angels of light lavora da gennaio per portare cibo acqua, attività scolastiche con l’organizzazione di Day Camp.


Il Foyer Saint Louis 

Sempre a Tabarre con fondi dall’Italia è stato acquistato un terreno di 25.800 metri quadrati. In attesa di costruire un nuovo orfanotrofio (che come in tutti paesi in cui N.P.H. è presente sarà organizzato con piccole casette e strutture comuni come la scuola, che sarà accessibile anche ai bambini delle comunità circostanti, la cucina e il refettorio, la cappella, il campo sportivo) sul terreno sarà realizzata in tempi brevissimi una casa accoglienza con tende, container e prefabbricati per 350 bambini che nell’ambito del programma Angels of light sono stati individuati come soli o comunque con enorme bisogno di assistenza.
Con l’aiuto dei Carabinieri in forza alle Nazioni Unite a fine giugno sono iniziati i lavori di livellamento del terreno e neo corso dell’estate sarà scavato il pozzo. 

I lavori di livellamento del terreno per il Foyer Saint Louis sono realizzati grazie alla collaborazione dei Carabinieri, che in forza al contingente delle Nazioni Unite, stanno fornendo macchinari e forza lavoro

 


 

Dal sisma N.P.H. sta assistendo 80 bambini a Fondua, provincia di Legoan, accolti nell’orfanotrofio di Notre Dame de Fatima crollato, portando rifornimenti, tende, cibo, supporto psicologico.