Arrivato ieri al Saint Damien il primo team per l’applicazione di protesi

Arrivato ieri dall’Italia all’ospedale pediatrico N.P.H. Saint Damien e al Centro di riabilitazione N.P.H. Casa dei Piccoli Angeli, il primo team di fisioterapisti e tecnici ortopedici volontari della Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus per iniziare subito l’applicazione di protesi ai bambini amputati per il terremoto

Un ingegnere e un fisioterapista volontari della Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus sono arrivati ieri in Haiti e hanno iniziato, insieme allo staff chirurgico dell’Ospedale N.P.H. Saint Damien, le attività per applicare a 130 bambini amputati protesi provvisorie, indispensabili da ricevere entro tre mesi dall’amputazione.

L’Ing. Marco Avaro e Silvio Dalle Vedove, fisioterapista, dell’Ortopedia Variolo di Udine,  partiti con la Presidente della Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus, Mariavittoria Rava, hanno portato dall’Italia le attrezzature necessarie per realizzare e adattare le protesi ai monconi: un forno per termoformature, resine, strumenti di lavoro e parti da assemblare (tubi, piedi artificiali) che serviranno a trattare i primi 30 bambini nel mese di febbraio, e 100 nel mese di marzo. Team di fisiatri e ortopedici provenienti da diverse ortopedie italiane sensibilizzate dall’Ing. Daniele Bonacini di Roadrunnerfoot Engineering, volontario della Fondazione, si avvicenderanno nelle prossime settimane per fornire continua assistenza e lavoreranno in coordinamento con i chirurghi del Saint Damien (14 medici e infermiere italiani al momento in staff) che stanno preparando i bambini a ricevere la protesi con medicazioni, fasciature e fisioterapia ad hoc.

La base per il lavoro delle equipe è la Casa dei Piccoli Angeli, il centro di Riabilitazione per bambini disabili realizzato dalla Fondazione Francesca Rava e inaugurato nel 2008, dove è stato creato un reparto apposito, e l’officina meccanica di Francisville – città dei mestieri, dotata di attrezzature che consentono lavorazioni come laboratorio di meccanica.
Tra i sostenitori di questo progetto l’ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (ODCEC) attraverso una capillare azione di sensibilizzazione e di raccolta fondi promossa presso tutti gli iscritti.

Una volta applicate le protesi, i bambini dovranno continuare a frequentare la Casa dei Piccoli Angeli per la fisioterapia che consentirà loro di imparare a muoversi con le protesi, e per le attività di continuo adattamento delle stesse.

A questo progetto di breve termine, reso indispensabile dalla necessità di applicare le protesi entro tre mesi dall’amputazione, la Fondazione sta lavorando ad un progetto di medio termine che porterà alla realizzazione di una Fabbrica delle protesi per produrre in loco, con personale haitiano, arti artificiali per bambini e adulti, data la necessità di accompagnare i bambini nella crescita e di sostituire le protesi danneggiate o usurate, e per formare adeguatamente i fisioterapisti e tecnici ortopedici haitiani. La fabbrica sarà dotata di linee di produzione per arti superiori e inferiori, per bambini e  adulti; due Ingegneri dell’Inail si sono già recati in Haiti e stanno stendendo una proposta di progetto che sarà realizzato in collaborazione con la Protezione Civile. La fabbrica sarà realizzata probabilmente nell’ambito di Francisville – città dei mestieri, il centro di formazione professionale che con piccole fabbriche e laboratori artigianali sta già dando lavoro e insegnando un mestiere a ragazzi che non avrebbero alcuna opportunità di vita e professionale.

PER AIUTARE

Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus
Tel 0254122917 – www.nphitalia.org

– bollettino postale su C/C postale 17775230;
– bonifico su c/c bancario BANCA MEDIOLANUM IT 39 G 03062 34210 000000760000
– carta di credito on line su www.nphitalia.org  o chiamando lo 02 54122917
– con paypal su questo blog

causale: terremoto Haiti