Arisa – Voce per Haiti per le Scuole di Strada. Su ITunes il brano “voce” con il coro della casa orfanotrofio NPH e un emozionante video realizzato ad Haiti.

Arisa nel mese di marzo è stata nella poverissima Haiti, ha visto bambini per cui sopravvivere è una vittoria ma anche molto speranza nei progetti della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus in questo paese, dove ogni ora muoiono due bambini per malattie curabili, 1 bambino su 2 non va a scuola.

Per aiutare questi bambini e portare attenzione sulla condizione in cui vivono milioni di loro, Arisa ha realizzato un cd con il suo brano “Voce”, contenuto nel suo ultimo album “Guardando il cielo” e arricchito con le voci dei bambini della Casa NPH di Kenscoff, oltre ad un emozionante video (per la regia di Marco Salom) registrato proprio ad Haiti.

LEGGI L’ARTICOLO PUBBLICATO SUL SETTIMANALE OGGI

GUARDA QUI IL VIDEO CONTENUTO DEL CD DISPONIBILE SU ITUNES.

Lo straordinario talento vocale ed espressivo di Arisa si uniscono ad immagini toccanti per un risultato sorprendente: una voce per aiutare Haiti. Il progetto, realizzato in collaborazione con Warner, è disponibile in formato digitale su iTunes e sugli altri store digitali.

Parte del ricavato sarà devoluto alla Fondazione Francesca Rava in aiuto ai bambini di Haiti, per sostenere la scuola “St Ambroise” nella baraccopoli di Citè Soleil, tra le più estese al mondo, che ha bisogno di essere ristrutturata e ampliata, arredata con nuovi banchi e sedie e di poter accogliere e dare un pasto ogni giorno a 500 bambini.

Mercoledì 4 maggio, alle 18.30, Arisa sarà al Coin Excelsior di via Cola di rienzo a Roma per incontrare i fan e presentare il CD Voce per Haiti, segnalate la vostra presenza a eventi@nph-italia.org.

Cover_Arisa_Voce_Haiti_ digipack_D404907_D405489

Arisa nella Casa Orfanotrofio NPH a Kenscoff, che accoglie 600 bambini.
_D406450
Arisa con una bambina delle Scuole di Strada.

_D403874

Arisa davanti alla facciata della Cattedrale di Port Au Prince, distrutta durante il terremoto del 2010.

*Foto di Fabio Izzo

Arisa è cantante, attrice, scrittrice, personaggio televisivo: il percorso artistico di Arisa ha molteplici diramazioni, tutte illuminate dal sole del talento. La sua è indubbiamente una delle più belle voci femminili italiane, capace di emozionare anche i palati più fini. Recentemente è stata protagonista del Festival di Sanremo 2016 con il singolo “Guardando il cielo” che è anche il titolo del suo ultimo album di inediti uscito il 12 febbraio. Negli anni precedenti Arisa ha vinto il Festival nel 2009 con “Sincerità” e nel 2014 con “Controvento”, ha ottenuto il secondo posto con “La notte” nel 2012 e ha affiancato Carlo Conti Emma Marrone e Rocio Mugnoz Moralez nella conduzione in veste di “valletta” nel 2015.

Adotta a distanza un bambino accolto nelle Case NPH o nelle Scuole di strada: con l’equivalente di un caffè al giorno, 26 euro al mese, lo aiuterai a ricevere cibo, vestiti, cure mediche, e istruzione.

Con 50 € doni un pasto completo per un mese per una classe delle Scuole di Strada NPH in Haiti.

Con 70 € doni un banco di scuola per 5 bambini.

Per informazioni e per donare 02.54122917, info@nph-italia.org, Iban IT 39 G 03062 34210 000000760000 o con carta di credito qui.

Dal 5 al 21 maggio, dalle 10 alle 19, Temporary Malìparmi nello Spazio Fondazione a Milano per le Scuole di Strada in Haiti.

Lo shopping solidale, che di stagione in stagione Malìparmi rinnova in favore della Fondazione Francesca Rava-NPH Italia Onlus, si trasferisce presso la sede della Fondazione per rendere la collaborazione ancora più stretta e dare l’opportunità di conoscere i suoi molteplici progetti.

La vendita di abiti e accessori della collezione Primavera Estate 2015, a prezzi speciali, si aprirà giovedì 5 e terminerà sabato 21 maggio: il 20% del ricavato verrà devoluto alla Fondazione per il progetto “Le scuole di strada in Haiti”, che permette di dare ogni giorno istruzione, ma anche sostentamento a 10.000 bambini offrendo acqua, cibo e cure mediche.

‘’Fare shopping fa bene’’ è lo spirito che di edizione in edizione anima questi appuntamenti e che ha permesso negli anni di dare un autentico e concreto aiuto, che rappresenta per Malìparmi la motivazione forte a dare continuità a questo progetto.

Malìparmi è da sempre sensibile verso Onlus impegnate a sostenere il percorso formativo di giovani in situazioni di forte disagio, proprio perché ritiene lo studio uno strumento indispensabile per garantire una migliore prospettiva di vita. Il marchio condivide quindi profondamente il motto con cui NPH, l’organizzazione rappresentata in Italia dalla Fondazione Francesca Rava, da 60 anni accoglie migliaia di bambini orfani e abbandonati nelle sue Case in America Latina: ‘’Un bambino per volta, dalla strada alla laurea’’ (www.nph-italia.org).

 

Dal 5 al 21 maggio 2016

SPAZIO FONDAZIONE

Fondazione Francesca Rava-NPH Italia Onlus

Viale Premuda 38/A – Milano

Aperto tutti i giorni

h. 10.00 – 19.00
Malìparmi&FondazioneRava_ShoppingSolidale_5_21maggio2016

8 Maggio, Festa della mamma, festeggia con una e-cards in aiuto alle mamme e ai bambini di Haiti

In occasione della Festa della mamma, invia una delle nostre e-cards!

Scegli tra i quattro soggetti proposti sotto e scrivi entro le ore 16 di venerdì 6 maggio a biglietti@nph-italia.org per segnalare l’ecard scelta e l’indirizzo mail del destinatario al quale invieremo noi la cartolina.

Donazione minima: € 10 a favore dei progetti N.P.H. in Haiti.

E’ possibile fare la donazione chiamando in Fondazione al n. 02.54122917 oppure online, qui con causale “e-card Festa della mamma”.

Sogg 1

ecard_MAMMA_2016

Sogg 2

ecard_MAMMA_2016_2

I soggetti 3 e 4 sono stati selezionati, nell’ambito del progetto alternanza Scuola Lavoro, tra i lavori svolti dai ragazzi della classe 4a G dell’Ist. di istruzione secondaria superiore G. Galilei – R. Luxemburg di Milano per la Fondazione Francesca Rava.

Sogg 3 (di Ilaria Simonetta)

ecard_MAMMA_2016_galileo-luxemburg1

Sogg 4 (di Dumindin)

ecard_MAMMA_2016_galileo-luxemburg2

Il tuo 5×1000 all’Ospedale St. Damien per salvare tante piccole vite

Il tuo 5×1000 alla Fondazione Francesca Rava per salvare insieme migliaia di piccoli pazienti ricoverati all’Ospedale Saint Damien in Haiti.

C.F. 97264070158.

5x1000

Devolvi il tuo 5×1000 alla Fondazione Francesca Rava — NPH Italia Onlus.

Basta una firma sulla dichiarazione dei redditi, nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale“, indicando il codice fiscale 97264070158, per salvare insieme migliaia di piccoli pazienti ricoverati all’Ospedale N.P.H. Saint Damien, unico pediatrico in Haiti, dove ancora oggi 1 bambino su 3 muore prima dei 5 anni per malnutrizione e malattie curabili.

AIUTACI!

mail_5x1000_16_2

19 marzo, aiuta un bambino di Haiti e il suo papà!

In occasione della Festa del papà, invia una delle nostre e-cards al papà cui vuoi bene… ci permetterai di aiutare tante famiglie e tanti papà haitiani a garantire educazione, assistenza sanitaria, fisioterapia ai loro figli.

Scegli tra i due soggetti proposti sotto e scrivi a biglietti@nph-italia.org per segnalare l’ecard scelta e l’indirizzo mail del destinatario al quale invieremo noi la cartolina.

Donazione minima: € 10 a favore dei progetti N.P.H. in Haiti.

E’ possibile fare la donazione chiamando in fondazione al n. 02.54122917 oppure online, qui con causale “e-card Festa del papà”.

Soggetto 1

ecard_PAPA_2016

 

Soggetto 2ecard_PAPA_2016_2

 

Food for Family: gli amici di Bruxelles per i bambini di Kay St Simon in Haiti

Il 28 febbraio, gli amici di GEB (Gruppo Assicurazioni Generali) a Bruxelles hanno ideato e realizzato un laboratorio per famiglie sul tema del cibo dal titolo “Food for family”.

L’iniziativa insieme ad un banchetto è stata dedicata ai bambini Kay St Simon, la casa che accoglie 17 bambini gravemente disabili in Haiti realizzata dalla Fondazione Francesca Rava.

Grazie all’impegno di Grazia, che è stata testimone e ha visitato i nostri progetti in Haiti, e di tanti amici, abbiamo raccolto 2765 euro che sono stati destinati a questo progetto.

Grazie di cuore a tutti!

Al via il progetto di formazione di chirurghi pediatrici al St Damien. Maria Grazia è il primo chirurgo volontario italiano partito per potenziare l’attività.

Maria Grazia, chirurgo all’Ospedale di Pescara e presidente della Ada Manes Foundation for Children Onlus, è la prima volontaria italiana partita per avviare in Haiti il neo nato progetto di formazione di chirurghi pediatrici al St. Damien.

Oggi in Haiti, un paese di 11 milioni di abitanti, la metà sono bambini, esistono solo 3 chirurghi pediatrici e 2 di questi operano al S. Damien. All’esterno esistono cliniche private dove il costo di interventi salvavita è inaccessibile alla maggioranza delle famiglie.
La Fondazione si è impegnata per potenziare l’attività chirurgica dell’Ospedale S. Damien, assicurare assistenza 24ore/24 salvando più vite possibile, far sì che diventi polo per la formazione di nuovi chirurghi pediatrici in Haiti e ha stretto una partnership con la Società Italiana di Chirurgia Pediatrica (SICP), per un progetto triennale che prevede la presenza in Haiti a rotazione di chirurghi italiani volontari per la formazione al personale medico e infermieristico del reparto di chirurgia e a giovani specializzandi dell’Università, creazione di una scuola di specialità in chirurgia pediatrica, riduzione del costo per intervento, incremento progressivo del numero bambini operati/anno, che passeranno dagli attuali 500 a 1500.

Sono qui da soli 5 giorni e mi sembra di esserci da sempre!
Sono stata accolta al mio arrivo dalla Dott.ssa Gautier, Direttrice sanitaria dell’Ospedale St Damien, molto ospitale e gentile, che mi ha fatto visitare tutti i reparti dell’Ospedale presentandomi a tutti.
La prima impressione è di una realtà veramente importante nel contesto sociale haitiano dove la natalità è altissima cosi come la mortalità infantile…e la messa del mattino che ho seguito dal primo giorno, celebrata da Padre Rick e Padre Enzo, ne è una commevente prova.
Ho conosciuto il Dr.Osnel Luisma, chirurgo, persona gentile e garbata, con il quale abbiamo concordato il programma per i due fellow Dott.ssa Sandra Ceriné e Dr Steve Gabriel Pierre, già specializzatisi in chirurgia generale qui in Haiti.

 
Lunedì abbiamo quindi iniziato la mattinata con la prima lezione sulle patologie più frequenti in chirurgia pediatrica: ernie inguinali, ombelicali, idroceli, testicoli ritenuti, varicocele approfondendo la embriologia, fisiopatologia, diagnostica, indicazioni chirurgiche, tecnica chirurgica e complicanze.

IMG_1249 (600 x 450) 
Abbiamo quindi visitato i bimbi ricoverati e quelli presenti in ambulatorio e abbiamo riscontrato numerose patologie che opereremo nei prossimi giorni.

 
Abbiamo poi iniziato la prima seduta operatoria, non molto fitta di inteventi perchè dei quattro previsti ne abbiamo potuti operare solo due per indisponibilità dell’anestesita uno e per malattia l’altro.
Il primo, un bimbo di 15 mesi con testicolo bil.alto, all’anello inguinale interno, è stato operato da me e Sandra che ha eseguito le parti meno impegnative della procedura, potendo verificare quanto appreso nella lezione del giorno prima.
Il secondo intevento è stato eseguito da me aiutata dal Dr.Luisma: una ipospadia anteriore trattata con procedura di Snodgrass.
Sono contenta di aver fatto la prima ipospadia al Saint Damien. La seconda la farà Osnel nei prossimi giorni aiutato da me.
Sto cercando di avviare alcuni esami contrastografici, rx cistografia minzionale, che attualmente non si fanno perchè solo cosi è possibile incominciare a diagnosticare e trattare le uropatie malformative.
Lunedì prossimo faremo quindi alcuni di questi esami con il materiale che ho portato dall’Italia.

 
Per quanto riguarda la vita a Villa Francesca, ho avuto modo di conoscere persone di nazionalità diverse e questo è molto stimolante. E’ facile fare amicizia e c’è un’atmosfera di gran solidarietà.

 
Ho visitato anche la baby house, che accoglie i bambini più piccoli….bambini deliziosi che vogliono carezze e abbracci…

IMG_1251 (600 x 450)

…indicibile invece la commozione così come per la messa del mattino. La predica di Padre Rick che ho sentito oggi per la prima volta e le piccole cassette di cartone fanno sentire di più la responsabiltà del lavoro di noi volontari e motivano a fare di più e meglio.”

Maria Grazia